Oggi parliamo di un trend in crescita: i mobili con bancali. Con l'avvicinarsi della primavera, puntuale come le allergie, arriva l'istinto di rivoluzionare la casa. C'è voglia di novità, di leggerezza, di legno naturale; di abbellire le stanze con piante e fiori. Come se, attraverso l'arredamento, potessimo far entrare un po' di primavera in casa. I mobili con bancali riassumono un po' tutte queste suggestioni: vediamo insieme come.

La pallet mania sta spopolando ultimamente. Alcuni optano per il tavolino pallet, un vero classico. Altri si cimentano nel fai da te e costruiscono belle fioriere con bancali e vasi. Noi abbiamo pensato a una piccola guida da condividere con voi, un vademecum per interpretare al meglio la tendenza dei mobili con bancali. Vedremo insieme quali articoli scegliere e come abbinarli. E ci sarà anche spazio per un mini tutorial. Pronti? Via!

Tendenza n.1: tavoli e sgabelli con bancali

Tavolino pallet & sgabello pallet. Li trovi qui: tavolo quadrato, tavolo rettangolare (non in foto) e sgabello!

Come dicevamo, il tavolino pallet è un vero classico. Pensate che bello allestire un angolo dedicato al verde con questi articoli! Magari un gazebo o una terrazza. I mobili con pallet si prestano molto bene a questo genere di ambienti, basta dosare bene gli accessori e - soprattutto - le piante verdi.

Al posto dei classici vasi possiamo usare cassette in legno (ci torneremo più avanti) o vecchie pentole in coccio, magari dipinte in colori brillanti. Molto adatti sono anche i vasi a sospensione, assicurati al soffitto con leggere intelaiature di spago intrecciate. In mezzo alle piante sospese potreste nascondere delle campanelle ad aria, che diffonderanno un lieve suono argentino quando saranno sfiorate dal vento. Un angolo magico, insomma, in cui sgabelli e tavoli fatti con i bancali saranno il principale punto d'interesse. Ecco qualche ispirazione:

Fonte: International decor - Fonte: Freshdesignpedia

Il tavolino pallet è la prima cosa a cui si pensa, quando si parla di costruire mobili con bancali: la forma del pallet si presta bene a fare da superficie.Quello che non tutti sanno è che costruirsi un tavolo del genere da soli non è sempre facile. Né, necessariamente, privo di costi, perché un bancale nuovo si paga. (Il discorso è ovviamente diverso per i bancali di recupero). La buona notizia è che in commercio se ne trovano molti già pronti, di tavoli fatti con i bancali. Il prezzo è in genere molto buono e la resa è certamente migliore: niente gambe traballanti, nessun chiodo piantato storto.

Il bello è che esiste anche il giusto complemento per questo genere di tavoli: gli sgabelli con bancali! Un tavolino, un paio di sedie di questa fattura et voilà: il tuo angolino a tema pallet è pronto, rustico e suggestivo come l'hai sempre sognato.

Tendenza n.2: la fioriera pallet

La fioriera pallet? La trovi qui!

Come abbiamo visto, i mobili con bancali vanno molto d'accordo con il verde. Sarà quell'aspetto naturale, un po' rustico... un abbinamento perfetto. Per questo un articolo sempre molto richiesto è la fioriera pallet: un oggetto che può prendere mille forme diverse in base alle esigenze.

Allestire delle fioriere con bancali e vasi è un lavoretto semplice e molto creativo. Stiamo parlando di un articolo che va bene tutto l'anno, non solo a primavera! A Natale, per esempio, le alzatine potranno fare da espositore per bellissime composizioni a tema. Bacche ghiacciate, bastoncini di cannella, fette d'arancia essiccate, rami di pino... davvero, l'unico limite è la fantasia. D'estate via libera alle piante grasse (che stanno diventando un vero tormentone, dal mondo della moda a quello dell'arredamento). Ma ora che è primavera, concentriamoci sui fiori e sulle piante dall'aspetto più vivace!

Dal terrazzo alla zona giorno, passando per l'ingresso e persino per il pianerottolo, una fioriera pallet completerà l'ambiente con un bellissimo impatto visivo. Un piccolo investimento per un effetto altamente scenico.

Trend n.3: le cassette in legno stile pallet

Le cassette in legno, invece, le trovi qui!

Ed eccoci all'oggetto più versatile di tutti: le cassette in legno grezzo. Queste qui sembrano proprio recuperate da un bancale, grazie alle fessure fra le assi e alle scritte stampate sul davanti.

Gli usi di una cassetta in legno sono potenzialmente infiniti. Ci limiteremo a suggerirvene tre con un mini tutorial fotografico.

Il primo uso a cui abbiamo pensato (lo giuriamo, non siamo monotematici, è colpa della primavera!) è quello dei vasi sospesi. Come prima cosa procuratevi dello spago bello grosso, meglio se un po' rustico e "spettinato" come quello che abbiamo scelto noi.

Se siete così fortunati da possedere una casa con travi a vista, allora lo sforzo sarà minimo. Altrimenti procuratevi dei gancetti ad anello e armatevi di avvitatore! Se avete intenzione di appendere molte cassette ma volete limitare al minimo i buchi sul muro, fatene solo due e fate passare un sottile bastone da tenda nei due anellini. Avrete così un comodo appiglio.

Le nostre cassette in legno sono già provviste di forellini destinati alle maniglie in corda. Vi basterà sostituire le maniglie con un lungo pezzo di spago. Calcolate l'altezza dal soffitto al punto in cui volete situare la cassettina, raddoppiate e aggiungete altri 20 cm circa: questa è la lunghezza che vi occorre. Ovviamente serviranno due pezzi di spago, uno per ciascun lato; e ovviamente, pur con tutti questi accorgimenti, difficilmente la cassetta in legno starà perfettamente dritta al primo tentativo. Per iniziare usate i nodi scorsoi, dunque, così da poter regolare la lunghezza dello spago. Quando siete convinti, assicurate il tutto con un altro nodo. E non preoccupatevi se l'aspetto non sarà perfetto, è proprio questo il bello!

Riempite le vostre cassette in legno con vasi di fiori e piante, assicurandovi che il peso sia ben bilanciato. L'effetto sarà gradevolissimo, perché ricorderà vagamente il dondolio di un'altalena.

Il secondo uso è prettamente destinato al bagno. Un oggetto spesso sottovalutato, quando si ricevono degli ospiti, è l'asciugamano. O meglio: sicuramente sarà uno dei vostri primi pensieri, ma di solito la prassi è appoggiare un asciugamano ben piegato sul bordo del lavandino - e tanti saluti. Se lo stile si accorda con quello del vostro bagno, però... perché non allestire un angolino rustico e di grande stile, con tutto il necessario per i vostri ospiti?

Abbiamo preso le due cassettine più piccole e le abbiamo infilata l'una dentro l'altra. La più piccina è sistemata in obliquo, così da "rivolgersi" verso la persona a cui è destinata. L'abbiamo accessoriata con tutto ciò che può essere utile a chi dorme fuori casa: mini asciugamani (così ridotti sono molto più chic!), spazzolino e dentifricio, creme per la pelle. Divertitevi a confezionare un kit pensato apposta per i vostri ospiti e vedrete che effetto!

(L'idea in più: per rendere i mini asciugamani più voluminosi, provate a prenderne due di colori diversi e ad arrotolarli l'uno dentro l'altro. Sembrano quasi dei fiori, vero?)

Il terzo uso, infine, trasforma le cassette in legno in un vero e proprio scaffale da tavolo. Per questo lavoro dovrete armarvi di colla a caldo, ma è l'unico utensile di cui avrete bisogno. Il procedimento? Sistemate le cassettine "schiena al muro", una sopra l'altra, e assicuratele con un filo di colla. (L'operazione è reversibile, perché la colla si stacca senza problemi all'occorrenza).

Ultimamente si vedono molti mobili scomposti, asimmetrici, particolari: perché non replicarne l'effetto? Provate a sistemare le cassette in legno un po' sfalsate l'una rispetto all'altra, non necessariamente in ordine di grandezza. Fatto? Ecco: adesso posizionate il vostro nuovo mini-scaffale contro la parete e riempitelo con i vostri soprammobili preferiti. L'effetto sarà rustico e originale, perfettamente in linea con lo stile dei mobili con bancali. E adesso... che la primavera abbia inizio!

Doverosa premessa: Mobili Rebecca è un sito per tutti. Non ci importa che tu sia uomo, donna, bianco, giallo o verde-marziano. Sono tutti i benvenuti, qui, per chiacchierare un po' di arredamento e design per la casa. Ma in questi giorni cade una ricorrenza molto speciale, la Giornata Internazionale della Donna. E poi, vi sveliamo un dato: quasi il 70% dei nostri clienti è donna. Per cui, cari rappresentanti del genere maschile, per una volta non ce ne vogliate: oggi ci rivolgiamo alle donne.

  • Per saperne di più

    Se ne sono dette tante sulla festa dell'8 marzo. C'è chi la apprezza per il significato storico e chi, invece, non la ama poi tanto. Non ci soffermeremo su questo - ma a te, Lettrice, vogliamo lanciare un'idea. Dato che è una giornata dedicata alle donne, perché limitarci ad aspettare che un uomo ci faccia un regalo? Perché non donare qualcosa in prima persona?

    Sia chiaro, ricevere un pensiero gentile da fidanzati / amici / colleghi è sempre bello (e non abbiamo niente in contrario, ovviamente!). Ma se per una volta, oltre a ricevere qualcosa, fossi tu a fare un regalo alle "tue" donne? Soffermati un momento a pensare alle presenze femminili più importanti nella tua vita. Far loro un regalo nel giorno dell'8 marzo sarà sicuramente apprezzato, perché equivale a celebrarle proprio in quanto donne. E questa è una cosa che fa bene a tutte.

    Insomma. Che si tratti di mimosa o di un altro tipo di dono, non aspettarti solo di ricevere: sii tu per prima a regalare qualcosa alle donne che ami di più. Te compresa, naturalmente!

    Ecco quindi tre idee regalo molto speciali. La prima è perfetta per celebrare un'unione veramente forte; una "sorellanza", chiamiamola così. Capirai il perché più avanti. La seconda è per una tipologia di donna ben precisa (avrai sicuramente un'amica così). E la terza... la terza è per te. Buona lettura (e buon 8 marzo)!

     

    Idea n.1: siamo una famiglia

    Questo può essere il regalo perfetto per una madre o una sorella. E non solo: magari non si tratta di legami di sangue, ma di legami di spirito. Se hai un'amica (o un gruppo di amiche!) che senti ormai vicina come una sorella, ora è il momento di farglielo sapere. Perché la famiglia è un porto sicuro, il posto dove andare quando tutto il resto va storto. Una casa dalla porta sempre aperta, in cui a volte si litiga (le famiglie sono fatte così) ma dove sai di essere accettata esattamente per quello che sei, sempre e comunque.

    Se vuoi dire a un'amica (o a una compagna, o a una sorella) che per lei sei tutto questo... falle un regalo che lo metta bene in chiaro. Qualcosa di personalizzato, magari, da rendere unico con le foto dei momenti trascorsi insieme. Un oggetto destinato alla casa, per dimostrarle che tu sarai sempre "casa" sua.

     

    Idea n.2: i sogni son desideri...

    Ecco, lei è quel tipo di donna che vive in un mondo suo. Un mondo tutto rosa, fatto di unicorni e zucchero filato, in cui ogni cosa è romantica e bella. Una sognatrice, insomma.

    Certo, il problema si presenta quando deve abbandonare la sua nuvola rosa per scendere sul pianeta Terra. Allora succedono catastrofi: si dimentica le cose, perde gli oggetti, lascia bruciare la sua cena sul fornello. Lei insegue i suoi sogni anche quando nessuno lo farebbe, che si tratti di amore o del lavoro ideale. Ma spesso arrivano le delusioni. E tu quante volte l'hai criticata, per questo, dicendole che dovrebbe crescere, razionalizzare, accontentarsi, restare coi piedi per terra... forse troppe. Sì, lo sappiamo, lo fai perché le vuoi bene. Ma oggi merita di essere celebrata proprio per questo suo aspetto che, in fondo, la rende così speciale.

    Ecco: se hai accanto una persona così, allora lanciale un messaggio subliminale. Si dice che i sogni non siano fatti per restare dentro un cassetto, giusto? E tu regalale proprio un cassetto. Uno come questo, che la parola "Dreamer" ce l'ha in bella vista sul davanti. Le farai capire che quel suo modo di essere donna, così personale e particolare, è proprio l'aspetto del suo carattere che ami di più.

    Idea n.3: siamo tutte Wonder Woman

    Quando sei stressata. Quando sei sempre di corsa. Quando ti sembra di non riuscire a fare bene niente, o quando niente va nel verso giusto. Quando ti manca qualcuno e ti arrabbi per questo. Quando metti gli interessi di tutti gli altri davanti ai tuoi. Quando fai gli straordinari a lavoro. Quando non riesci a trovare un lavoro. Quando ti impegni a rendere felici i tuoi cari. Quando ti infuri e fai le scenate da pazza. Quando rinunci a qualcosa che ti piace tanto perché non te lo puoi permettere...

    Tutti i giorni, in tutte queste circostanze, tu sei come Wonder Woman. Anche quando ti senti debole e stanca, l'esatto opposto di un supereroe: sì, anche in quei casi - soprattutto in quei casi! -  tu sei Wonder Woman. Solo che a volte è proprio difficile ricordarsene, vero? Beh, non importa: ecco un suggerimento per te. Questa è la giornata dedicata alla donna, oggi più che mai te lo meriti. Fatti un regalo per farti un complimento, per dirti che sei coraggiosa, forte e bellissima. Può essere una scritta, un disegno, una stampa... un regalo da appendere bene in vista, così da non dimenticartene mai più. Buon 8 marzo donna meravigliosa!

    fonte: web

    In questo articolo:

    Mobiletto "Family": RE4480

    Comodino "Dreamer": RE4528

    Set di mensole a cubi: RE4047

     

 

circo vintage

Sempre il solito discorso, vero? Carnevale è arrivato anche quest'anno e, di nuovo, non sappiamo cosa fare. Magari le proposte non mancano, tra party e locali; ma è molto probabile che, partecipando ad una di queste feste, andremo incontro ad una serata buia e chiassosa uguale a tante altre. Niente a che vedere con quei pomeriggi bellissimi che passavamo da bambine, sfoggiando finalmente la maschera dei nostri sogni e giocando con gli amici fino al tramonto.

Ci vorrebbero delle belle feste a tema. Beh, una proposta: e se la organizzassi tu, una festa? Una festa vecchio stile, in casa, proprio come una volta. Prima di inorridire al pensiero del disastro in cui verserebbe il salotto al termine della serata - quello, con un po' di organizzazione, si può anche evitare - pensaci bene. Solo te, i tuoi amici più cari, la tua musica preferita e un tema pittoresco. Avresti l'occasione perfetta per sbizzarrirti a decorare la casa e imbandire la tavola. Per non parlare del costume!

  • Per saperne di più

    Se hai poca fantasia, non temere: le idee per Carnevale te le suggeriamo noi. Un tema pieno di fascino - quello che abbiamo scelto per questo post - è il circo vintage. No, non è difficile come sembra. E il bello è che puoi adattarlo ad adulti e bambini, a seconda delle tue esigenze. Inizia a prendere appunti!

    Vintage circus: come organizzare una festa di Carnevale

    Chiudi gli occhi. Cosa ti viene in mente se pensi al circo, quello di tanti decenni fa? Un tendone a strisce bianche e rosse, piume e cappelli, acrobati e giocolieri. Una festa a tema circo è una miniera d'oro in tema di spunti, letteralmente. Ogni angolo della casa può prestarsi a diventare magico e interessante, con un tema così. E le idee per i costumi si sprecano. Iniziamo dalla parte più semplice.

    Step 1: imbandire la tavola

    Prima di pensare in grande, partiamo dalle piccole cose. Se non sai dove cominciare, per organizzare una festa di Carnevale, parti sempre dal buffet. I dolci di Carnevale sono le cose più fritte e zuccherose del mondo, purtroppo dovrai rassegnarti! Bandisci gli amici perennemente a dieta perché questa festa, per riuscire bene, dovresti viverla con tutta la beata incoscienza della tua infanzia. Perciò riempi la tavola di dolcetti, invita i tuoi ospiti a mangiare a sazietà e non azzardatevi a sentirvi in colpa: per un giorno, tutto è permesso!

    idee per carnevale

    Per imbandire la tavola gli spunti sono tantissimi. Ci limiteremo a segnalarti due possibili stili. Se la festa che stai organizzando è per i tuoi figli, allora via libera a colori, palloncini e stelle filanti. Ai dolci classici del Carnevale, se te la cavi con il cake design, puoi abbinare una bellissima torta popolata da animali e pagliacci in pasta di zucchero. I tuoi piccoli ospiti resteranno a bocca aperta, garantito. Scegli tovagliette dai toni accesi e piazza qualche cappello buffo qua e là, i bambini si divertiranno molto a provarli e scambiarseli (ecco, questo veramente è un consiglio valido anche per gli adulti!).

    organizzare una festa a tema

    Se invece la festa è per te e i tuoi amici, vai di black&white (un accostamento che urla "vintage circus"). I tavoli scomponibili sono una mossa furbissima, perché puoi giostrarli come vuoi e cambiare le combinazioni a seconda dello spazio che hai a disposizione. Se la festa si terrà la sera, chiaro, dovrai assicurare la presenza di vini dolci e liquori... ma se stai pensando ad una bella merenda pomeridiana, considera l'idea di eliminare le classiche bevande gassate e di servire tè, caffè e cioccolata calda. Molto più vintage e molto più originale.

    (PS: stavi giusto aspettando una scusa per comprare una macchina per lo zucchero filato? ... Ecco, adesso ce l'hai!)

    Step 2: come mi vesto a Carnevale?

    Le feste a tema sono meravigliose perché, almeno in parte, restringono il campo. E ti danno tantissime idee per i costumi di Carnevale. Partiamo ancora una volta dai bambini: un'idea carina potrebbe essere, anziché farli arrivare già mascherati, costruire delle maschere semplicissime con i cartoncini colorati. Magari da animali del circo! Leoni, zebre, tigri e scimmiette: i bambini le adoreranno.

    decorazioni carnevale

    fonte: Pinterest

    Quanto a te... una festa a tema circo ti offre un mare di spunti interessanti. Devi solo capire come ti vedi meglio. Ti senti più clown o più acrobata? Più domatore di leoni o prestigiatore? Non dimenticare quei costumi solitamente riservati ai maschi, come l'uomo forzuto. Non ti piacerebbe essere la donna forzuta, per una volta?

    Se non hai modo di procurarti degli abiti particolari, la buona notizia è che puoi fare miracoli con il solo make-up. YouTube pullula di tutorial, armati di trucchi e preparati a una vera magia.

    come vestirsi a carnevale

    Step 3: decorare la casa. Via libera agli addobbi di Carnevale!

    Alla domanda "come organizzare una festa di Carnevale" ne segue sempre un'altra: come decorare la casa? Un tema come il circo vintage può sembrare difficile da tradurre in addobbi di Carnevale, ma in realtà basta qualche piccolo accorgimento per cambiare volto al tuo salotto.

    feste a tema

    Se vuoi replicare l'effetto delle righe del tendone, i trucchi per farlo (a parte verniciare il muro, che ovviamente non è l'opzione migliore) sono innumerevoli: puoi aiutarti con strisce di stoffa o cartone o, se sei veramente brava, usare un proiettore. In quel caso potresti trasformare una banale parete bianca in tantissimi scenari diversi, una volta trovate le immagini adatte. Altra idea carina è quella degli adesivi da muro, che potranno proiettare sulle pareti di casa - in via del tutto momentanea - le ombre di funamboli e trapezisti. Il resto puoi farlo stampando scritte in caratteri vintage e posizionandole in giro per la casa, sul genere dei freak show dell'Ottocento: "Venite ad ammirare la bizzarra Donna Barbuta!"

    Un consiglio? Applica sulle cannucce (o su bastoncini in legno) baffi arricciati, mascherine, bocche da clown, cappelli a cilindro con tanto di coniglio. Allestisci un angolo-selfie, magari scegliendo una zona della stanza particolarmente curata negli addobbi, e attrezzalo con sedie e magari una Polaroid. I tuoi amici si divertiranno come pazzi e a te rimarranno dei bellissimi ricordi da conservare in un album. Facci sapere com'è andata!

    In questo articolo:

    Cassettiera

    Tavolino scomponibile

    Paravento

    Cesta

    Panca

     

    Lo staff di Mobili Rebecca ti augura un felice Carnevale!

 

panca ingresso

 

Oggi parliamo di lei: la panca da ingresso, il mobile più furbo della storia. Un alleato utilissimo per tenere in ordine un angolo della casa spesso sottovalutato, ma in realtà molto importante. Inutile negarlo, l'ingresso è il biglietto da visita della nostra abitazione. È la prima cosa che vedono gli ospiti. Ma a volte, quando torniamo a casa (magari al termine di una lunga giornata di lavoro), neanche ci facciamo caso: appoggiamo la borsa a terra, la sciarpa sul tavolino, le scarpe in un angolo. (E se non voi, sicuramente lo faranno i vostri figli!) Basta poco per dare alla stanza un aspetto caotico.

Veniamo ai vantaggi della panca da ingresso. Tanto per cominciare "arreda". Ha il potere di attirare l'attenzione, trasformando subito un passaggio anonimo in un angolo pieno di personalità. Quelle che vi proponiamo noi sono anche furbe, come dicevamo, perché hanno dei praticissimi cassetti. Un'idea può essere quella di riporre le pantofole proprio lì: così, appena tornate a casa, potrete mettervi comode ed evitare di lasciare le scarpe in giro. Ma i cassettini della panca da ingresso potrebbero contenere anche sciarpe, guanti e cappelli. Aggiungete uno specchio e voilà, avrete un comodo checkpoint per controllare il vostro abbigliamento prima di uscire e aggiungere gli accessori più adatti.

Le idee per arredare l'ingresso sono potenzialmente infinite.

Ve ne proponiamo tre, una per ogni stile. A voi la scelta: vi sentite più shabby, scandinave o zen?

  • Per saperne di più

    La panca da ingresso in versione scandinava

    panca ingresso

    Panca ingresso - stile scandinavo. Vai all'articolo in vendita

    Se amate le linee pulite, il minimalismo, il legno naturale e i colori luminosi... allora questo è lo stile che fa per voi. Per arredare l'ingresso in stile scandinavo, la base ideale è una stanza con parquet chiaro e pareti bianche o grigie (come questa). Il grigio, certo, ha un vantaggio: fa risaltare di più i mobili bianchi. Considerate l'idea di dipingere una sola parete e fate attenzione a non scegliere un tono troppo scuro.

    Questo che vi proponiamo è un ingresso funzionale e altamente organizzato. La panca diventa una seduta comodissima grazie al cuscino imbottito: perfetta per sedersi e cambiarsi le scarpe in velocità. I cassetti sono cinque, di forme e materiali diversi, e mixano la luminosità del bianco al calore del legno. Le cassettine in basso sono perfette per riporre scarpe e pantofole, mentre quelle in alto potrebbero contenere accessori come sciarpe e occhiali. Il resto del lavoro lo fa il pensile-appendiabiti, comodissimo quando rientrate in casa: un mobile che è sia  organizer che mensola decorativa. E ora, lasciamo da parte per un momento la panca da ingresso e veniamo ai consigli di stile (che sono i nostri preferiti).

    In una stanza così bisognerebbe evitare due cose: i quadri "importanti" e i colori accesi. Il nostro consiglio? Giocare con le stampe e i tessuti. Per cuscini e complementi d'arredo abbiamo scelto colori tenui e freddi, per non snaturare l'ambiente: il risultato è morbido e rilassante, minimal come piace agli amanti dello stile nordico. Ai quadri classici abbiamo preferito stampe botaniche e lettering dal gusto contemporaneo. Il tocco finale? Le lampade geometriche tipicamente scandinave!

    PS: qui abbiamo preferito "spezzare" per introdurre l'elemento-legno, ma fra i nostri articoli c'è anche la panca abbinata al pensile, con i cassettini in vimini bianchi. Curiose? La trovate nell'ultima ambientazione, quella zen!

    La panca da ingresso in versione shabby

    panca ingresso

    Panca ingresso - stile shabby. Vai all'articolo in vendita

    Romantiche di tutto il mondo unitevi! Questo è decisamente l'ingresso che fa per voi. Estremamente femminile, rétro quanto basta, e con quel tocco di vecchia Parigi che tanto ci piace.

    Iniziamo! Un dettaglio che attira subito l'attenzione (sempre) è la parete a righe. Armatevi di riga e squadra, dividete la parete in sezioni uguali e usate lo scotch di carta come guida. Il color tortora è un classico, ma non l'unico: cercate di accordare lo stile dell'ingresso al resto della casa! E se il pavimento che avete non vi piace (e non avete la possibilità di cambiarlo) procuratevi un bel tappeto morbido a fibra lunga. Darà calore alla stanza.

    La panca da ingresso che vi proponiamo è in legno, ma un legno che vira al beige e, sotto un certo tipo di luce, persino al cipria. I cassettini sono quattro: due sono in vimini rivestiti in tessuto, due hanno i pomelli a cuore. Tutto tono su tono, come il cuscino imbottito.

    Volete arredare l'ingresso in modo ancora più funzionale, ma sempre in stile shabby e romantico? Allora vi presentiamo i vostri nuovi migliori amici: le cassettine in legno e la lavagnetta porta chiavi. Le prime vi aiuteranno a riporre tutto ciò che rimane in giro, mantenendo la stanza sempre in ordine. La lavagnetta sarà un valido alleato per gli smemorati di casa! Aggiungete qualche oggetto dal sapore vintage ed è fatta. Noi abbiamo scelto delle brocche dipinte e una fioriera a forma di bici. Très chic!

    La panca da ingresso in versione zen

    Panca ingresso - versione zen. Vai all'articolo in vendita

    Questa è per voi che siete sempre stanche, stressate, prese da mille impegni. Conoscete la filosofia del feng-shui? È una disciplina che insegna ad arredare la casa in modo da attirare solo energia positiva. Ora, noi non siamo certo esperti di feng-shui, ma qualcosa su come arredare l'ingresso in modo rilassante la sappiamo. Il colore ideale è il verde: un verde tenue, avvolgente, con una discreta percentuale di blu. Quel genere di verde che vi fa pensare ai giardini orientali e alle foreste pluviali. Se non volete dipingere le pareti della casa, potete comunque dosarlo con gli accessori.

    Chiaro che, in un contesto simile, l'ideale è una panca da ingresso bianca. Questa ha i cestini in vimini e una linea pulita ed aggraziata. Gira bene con il pouf color corda: il tessuto è grezzo, l'effetto finale raffinato e discreto. In alternativa (o in aggiunta, come abbiamo fatto noi!) inserite una sedia che coniughi il bianco ai toni del legno. Se avete un pavimento in parquet bianco, come questo, per far risaltare la panca potete usare una stuoia in bambù (molto zen!).

    Ultimi tocchi per arredare l'ingresso: libri (per un'atmosfera rilassata), piante (meglio se bonsai), stampe ispirate alla natura. E accessori che riprendano il verde in modo discreto, come questi. Già solo rientrare in casa, anche dopo la peggiore delle giornate, migliorerà istantaneamente il vostro umore. Garantito!

 

titolo-camera-shabby

rebecca mobili - camera shabby chic

Avere una camera da letto è un conto. Ma avere una camera shabby chic è tutto un altro paio di maniche. Niente come lo stile shabby permette di rinnovare una stanza con un budget contenuto. E il bello è che l’arredo guadagna personalità, perché non esistono due camere shabby esattamente uguali: possiamo dare alla stanza un’impronta molto personale, per un ambiente da sentire veramente nostro.

  • Per saperne di più

     

    L'angolo letto

    rebecca mobili - camera shabby chic

     

    Partiamo dal colore. Per molti, shabby è sinonimo di bianco. Ma chi l’ha detto che deve per forza essere tutto bianco? Per le pareti di questa camera abbiamo scelto un colore con una base simile al verde Tiffany, che è molto attuale, ma declinato in una variante più riposante e raffinata. (E in più è un colore adatto alle camere da letto perché, rispetto a una parete total white, favorisce il relax).

    Il vantaggio? Potrai sbizzarrirti con i mobili bianchi, che su questa base spiccheranno tantissimo! Un consiglio: anche se non hai degli stucchi (come in questa stanza), non dipingere fino al soffitto, ma lascia sempre circa 20 cm dallo spigolo superiore. Così la tua camera shabby chic avrà una sorta di cornice naturale, che farà risaltare i mobili ancora di più. E se vuoi un tocco da maestra, riprendi il colore del muro con un dettaglio, come la coperta in foto.

     

    L'idea in più

    rebecca mobili - camera shabby chic

    Parliamo dei comodini. Se ci fai caso, non sono i classici comodini da abbinare a un letto. Sono in realtà dei mobili con le ante, usati anche per arredare il bagno. Questo, insieme al finish vissuto (la pittura volutamente irregolare), darà subito alla stanza un tocco più vintage e shabby.

    rebecca mobili - camera shabby chic

    I lampadari. Via libera al fai da te! In fondo è proprio questa l’essenza dello shabby chic: usare materiali di recupero e dar loro una nuova vita, per uno stile unico e personale. Questi qui sopra sono fatti con dei centrini all’uncinetto. Una camera shabby chic non può fare a meno di un dettaglio crochet! Se non ami sferruzzare, prova a fare un giro al mercato del tuo paese: sicuramente troverai una bancarella che li vende. In alternativa chiedi alla nonna!

     

    L'angolo spogliatoio

    rebecca mobili - camera shabby chic

    Un angolo dedicato al cambio d'abito, da aggiungere al classico guardaroba. Un separé shabby in legno dipinto di bianco può diventare il tuo alleato per cambiarti in velocità durante la giornata, oltre ad essere molto scenografico. Questo in particolare si abbina allo stile dei comodini, con la particolare lavorazione che ricorda le persiane delle finestre.

    Completa l’angolo una panca: non solo una comoda seduta da usare come appoggio per cambiarsi le scarpe, ma anche una soluzione furba per lo storage. Nei cassetti e nei cestini, infatti, potrai riporre scarpe e pantofole quando non le usi.

     

    L'idea in più

    rebecca mobili - camera shabby chic

    Alla parete: una soluzione di sicuro effetto è abbinare cornici di foggia e dimensioni diverse e appenderle tutte insieme. Un modo molto originale per mostrare le tue foto più belle. E se non vuoi riempire la parete di buchi? Una cornice multi foto et voilà, avrai lo stesso effetto senza il minimo danno. Un consiglio per uniformare il tutto: scegli immagini dai colori simili fra loro, per non creare un insieme caotico. Con le foto in bianco e nero vai sul sicuro (e in più sono super chic).

    I lampadari effetto cocoon. Questi sono ancora più semplici da realizzare, basta un maglione o una vecchia sciarpa. L’effetto è molto nordico, per cui potresti anche scegliere di procurarti dei bei paralume e ricoprirli di lana solo nella stagione invernale. Così la tua camera shabby chic cambierà look di stagione in stagione, proprio come te.

     

    L'angolo beauty

    rebecca mobili - camera shabby chic

     

    E dopo l’angolo spogliatoio, non poteva mancare un angolo beauty! Niente urla “camera shabby” più di un tavolino da make up. Una grande specchiera, uno sgabello coordinato e tanti cassetti in cui custodire i tuoi segreti di bellezza: scommettiamo che la routine mattutina avrà tutto un altro sapore?

    A sinistra il mobiletto bianco, dalla pittura volutamente consumata, è perfetto per una camera shabby chic. Può sostituire una cassettiera o contenere lenzuola e asciugamani. In più è un’ottima base d’appoggio per i tuoi oggetti più belli. La scritta in legno bianco, meglio se dal messaggio positivo (pensaci, la mattina non è male avere qualcosa che ci ricordi di sorridere!), gira bene con il porta oggetti anticato. Che può contenere i tuoi bijoux, visto che è strategicamente vicino alla specchiera della toilette. Insomma: un angolo dedicato alla cura di sé, per sentirti una regina nel tuo piccolo regno.

     

    L'idea in più

    rebecca mobili - camera shabby chic

    Cos’è che non può mancare in una camera shabby chic? Ma ovviamente le scatole! Qui le possibilità sono infinite. Questa sulla destra ha una forma singolare, ma è bianco-shabby come il resto del mobilio e sfoggia una scritta dallo stile rétro e raffinato. Le scatole sono geniali perché, oltre ad arredare, sono comodissime per tenere la stanza in ordine anche quando si ha poco tempo.

    Il mega tappeto ricopre quasi tutto il perimetro della stanza e dà alla camera un aspetto molto accogliente. Può essere un’ottima soluzione se i tuoi pavimenti non ti piacciono, ma magari non hai la possibilità di sostituirli. L’importante è sceglierlo a tinta unita e in un tono neutro. Ma soprattutto che sia a pelo corto e in una bella fibra robusta, per non impazzire con l’aspirapolvere!

     

    Ricapitolando


    I segreti da tenere a mente per una stanza simile a questa questa sono:

    - Un colore particolare, purché riposante, per le pareti

    - Mobiletti shabby chic dipinti di bianco, abbinati… ma non troppo. Altrimenti non sarebbe shabby!

    - Lampade fai-da-te per dare calore alla stanza

    - Soluzioni furbe per tenere in ordine

    - I dettagli: cuori, scritte, cestini in vimini

    - … tutta la tua personalità!

     

    In questo articolo:


     

    - Mobiletto/comodino: RE4343

    - Separé: 0-1310

    - Panca: RE4553

    - Tavolo make-up: 1109

    - Mobiletto: 3123

    - Cornice multifoto: